Scopo principale dell'Associazione è promuovere l'integrazione razziale e lo scambio interculturale, promuovendo attività e servizi utili alla crescita culturale e civile dei propri soci. Tutti i campi in cui si possono dispiegare battaglie civili contro l'ignoranza, l'intolleranza, la violenza, la censura, l'ingiustuzia, la discriminazione, il razzismo, l'emarginazione, la solitudine forzata, diventano potenziali settori d'intervento del Circolo.
itafarzh-CNenfrdeptruesur

headerimg logo

Rispondendo alle sue finalità sociali la cooperativa titolare della licenza dell'attuale ristorante-bar della Casa del Popolo di via Risorgimento, intende favorire un progetto di innovazione gestionale in grado di favorire la promozione delle cucina locale bresciana insieme al riconoscimento culinario di considerevoli minoranze etniche da anni concittadine.

Tale innovazione non mira solo all'aspetto gastronomico, ma intende sviluppare un percorso di cittadinanza, attraverso le vie più semplici ed ovvie, per ridurre le radicalizzazioni delle contrapposizioni e la banalizzazione delle differenze culturali.

La cucina rappresenta uno degli indicatori di differenza-ricchezza culturale della nostra realtà cittadina, e diventa importante includere questa ricchezza in un circuito di ristorazione eticamente corretta per diffondere una immagine di normalità nei rapporti tra cittadini.

I soggetti 
Intorno a questa ipotesi ha lavorato un gruppo  di persone proveniente da esperienze diverse ma per lo più riconducibili ad ambiti di tipo sociale e associazionistico: Consultorio Familiare di Via Volturno, CGIL, Fondazione Piccini, Associazione ARCI La Meridiana, Associazione Arci Controcanto. Hanno inoltre partecipato al progetto e ne costituiscono asse portante due donne immigrate di origine senegalese.

Progetto

Il progetto è articolato e presenta finalità diverse:

  • far tesoro della ricchezza culinaria immigrata promuovendo la formazione e l'inserimento attivo nel progetto di un gruppo di donne immigrate  attualmente impegnate nell'apprendimento della lingua italiana.
  • Promuovere tutte le possibilità, e questa è una, per rendere le donne immigrate il più possibile autonome economicamente in modo da rafforzare la percezione positiva di sé.
  • Inaugurare un modo etico di far impresa, che pur garantendo una corretta valenza economica ed imprenditoriale, tende a promuovere nuove sinergie disposte a rafforzare economicamente le fasce deboli della nostra collettività.
  • Strutturare un possibile modello di innovazione di una imprenditorialità sociale dai nuovi connotati, soprattutto nel rendere accessibile il lavoro a situazioni di lunga inoccupazione, legata sostanzialmente ad una questione di genere o di cittadinanza.
  • Fare dell'impresa un punto di riferimento di associazioni o gruppi culturali aperti alla novità immigrata e disponibili a promuovere iniziative di sensibilizzazione culturale, sociale e politica.
  • Promuovere lo scambio culturale tra etnie diverse, italiana compresa, attraverso una pluralità  di forme espressive ed artistiche.
  • Aprire uno spazio fisico e culturale alle Associazioni e Gruppi presenti sul territorio mettendo a disposizione la struttura e l’opportunità della costruzione di una rete che da questa condivisione ne può scaturire.
  • Fare cultura secondo una logica di scambio e di confronto.

siamo in via Risorgimento n°18 a Brescia

dove siamo

 

 

Salva

Salva

Pin It

Utilizziamo esclusivamente cookies tecnici. Non profiliamo utenti per scopi commerciali